Skip to content


II CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN “PSICOLOGIA CLINICA PERINATALE”

PROGRAMMA del Corso di Perfezionamento in Psicologia Clibìca Perinatale 2014 (1)                                                                                                                                                                                                                                                Il Corso di Perfezionamento interdisciplinare si colloca nella prospettiva delle attività di Formazione previste dal
progetto della Università degli studi di Brescia HEALTH & WEALTH @UniBS per la promozione della Salute e del
Benessere. Il Corso di Perfezionamento post laurea è rivolto ai medici (neonatologi, pediatri, neuropsichiatri infantili,
ginecologi) agli psicologi, psicoterapeuti e a tutti gli operatori della perinatalità (ostetriche, puericultrici, infermieri,
fisioterapisti,assistentisanitarie,assistentisociali,educatori).
La formazione si articola in sessioni distinte ma integrate, nelle quali vengono trattate tematiche inerenti la perinatalità,
sviluppate attraverso competenze specialistiche di esperti nazionali e internazionali in una integrazione tra le diverse
professionalità attraverso un percorso formativo interdisciplinare.

Posted in News.


Prefazione al libro: Repensando as organizaçoes – Florianopolis – Brasil 2004

Il lavoro da sempre ha avuto un ruolo importante nella vita dell’uomo, ma in particolare, con la nascita della società industriale ha acquisito una centralità determinante spesso anche per la sua salute mentale. Non a caso molti contrasti di ordine economico, sindacale, riguardo le pari opportunità per l’accesso a posizioni e ruoli di una certa importanza nell’ambito professionale hanno origine a causa della non adeguata organizzazione del lavoro. Nel nostro paese (l’Italia), in particolare, la Costituzione recita testualmente: ”L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro…”. Anche se attualmente l’occupazione sta subendo una crisi in tutta l’Europa e in molti altri paesi, gli psicologi si sono sempre interessati ai problemi del lavoro e continuano ad occuparsene. L’iniziatore della psicologia del lavoro è considerato il tedesco Hugo Munsterberg (1863-1916) allievo di Wilhelm Wundt.

Continued…

Posted in News.


Che cos’è la malattia mentale?

“Ragione e non-ragione sono entrambe dei modi di conoscenza. La follia è un modo di conoscere, un’altra maniera di esplorazione empirica sia del mondo ‘interiore’ che di quello ‘esterno’”. (COOPER D. 1979)

La frase di Cooper è condivisibile ma non sempre è facile rispondere. Potrei dire che sarebbe importante non considerare la malattia mentale uno stigma statico ma uno stato esistenziale dinamico e, il più delle volte, non collegabile al mito della normalità. Anticamente gli Egizi ritenevano che tutte le malattie, indipendentemente dalle manifestazioni, avessero un’origine fisica e ponevano nel cuore la sede dei sintomi che oggi chiamiamo psichici: non vi era dunque alcuna distinzione tra malattia fisica e mentale. Nelle società greca e romana la follia possedeva una forte connotazione mistica, era ritenuta una punizione di origine divina, da affrontare con trattamenti di tipo mistico-religioso, da parte di sacerdoti o filosofi. Ne davano quindi una spiegazione teurgica (“male sacro” o punizione divina).

Continued…

Posted in News.


Commento a CINEMOZIONE II Edizione

Si è svolta a Roma, nella splendida cornice di Palazzo Barberini, la seconda edizione del Convegno: CINEMOZIONE, L’ANIMA IN PELLICOLA, organizzato dalla SIPs.

Curiosa manifestazione, dove, nella solennità dell’ambiente c’è Luigi De Marchi, pioniere di tante battaglie civili che scherza con il pubblico, Antonio Lo Iacono, Presidente della SIPs, declama a memoria una poesia della Dickinson, e dove si assiste alla proiezione di un cartone di W. Disney e poi si è presi per mano da Francesco Frigione, Presidente d’Animamediatica, ed accompagnati in una passeggiata mitologica.

La vera particolarità di questo Convegno è rappresentata però dal suo srotolarsi nell’alternanza tra proiezione di spezzoni di films, interventi dei relatori e degli spettatori. Spezzoni di films, che, come dice il nome della manifestazione, cercano di scoprire “l’anima”, e come rilevato dall’attento moderatore Lo Iacono, quando ha riorientato la direzione degli interventi sul binario delle “emozioni”, piuttosto che su quello delle “riflessioni”.

Continued…

Posted in Agenda.


CINEMOZIONE: L’ANIMA IN PELLICOLA (II Edizione)

21 Maggio 2005

Presso Palazzo Barberini

via IV Fontane 13 – Roma

 

 

Ore10.00 Introduzione
Antonio Lo Iacono Presidente SIPs

Ore 10.30 La passione “Carnale e/o Divina”
Mario Troiano – Presidente AFI (Associazione Famiglie Italiane)

Ore 11.00 “Cultura d’emozione (con la presentazione del programma TV:Aut Aut)
Luigi De Marchi – Direttore Società Europea di Psicologa Umanistica

Ore 12.00 Cinema e Psicofisiologia dello Spettatore
Vincenzo Mastronardi – Criminologo docente di psicopatologia Forense Univesità “LaSapienza”

Ore 13.00 Dibattito e Intervallo

Ore 15.30 “Come Nemo divenne profeta
Proiezione di parte del film e presentazione a cura di Francesco Frigione Psicologo direttore di “Animamediatica ONLUS”

 

Il Convegno è gratuito per i soci SIPs

Posted in Agenda.


Donna anima e corpo: Ippolita incontra Europa

Facce e psicologia del femminile nella storia e nel mito, nella scienza e nell’Arte, nel lavoro e nella politica, in famiglia e…

27-28 ottobre 2006

SALA TEATRO Ospedale S. Spirito, Borgo S. Spirito 3 – Roma

27 ottobre 2006 ore 10.00
FORMAZIONE DELL’IDENTITA’ FEMMINILE
Tra storia e mito
PAOLA BINETTI, GIOIA DI CRISTOFORO LONGO, Marco DI Stefano, MARIA FELICE PACITTO, MARIA RITA PARSI

Ore 15.00
PROFESSIONE DONNA
Il modelli di lavoro al femminile
RULA JABREAL, ANNAMARIA MAMMOLITI, PATRIZIA PATRIZI, ROSSELLA SONNINO, ALESSANDRA TIBALDI, MARIALORY ZACCARIA

Continued…

Posted in Agenda.


CINEMOZIONE: L’ANIMA IN PELLICOLA

27 Marzo 2004

Presso Palazzo Barberini

via IV Fontane 13 – Roma

 

Ore10.00 Introduzione
Antonio Lo Iacono Presidente SIPs
Vincenzo Gori Presidente IRRE del Lazio
Biagio Cacciola Consulente Cultura della Regione Lazio

Ore 10.30 Cinema e Terapia: sogno tra Horror ed Eros
Mario Troiano – Psicologo direttore Collana “Lo Psicologo di Famiglia” Editori Riuniti

Continued…

Posted in Agenda.


Enzo Spaltro

“Dalla società dei guerrieri a quella delle connessioni”

Dieci ipotesi per una psicologia della pace.

Per passare dai guerrieri ai connettori occorre effettuare un salto di qualità: cominciare a “considerare insegnabili cose che insegnabili sinora non si consideravano”, così come non lo erano un tempo “la medicina, l’arte, la gestione degli uomini”. Occorre riprendere infatti, il concetto di benessere, ponendo l’accento sul bisogno sempre più sentito di costruire un mondo, e quindi una scuola. Occorre concentrarsii sul raggiungimento di un obbiettivo specifico ed essere perciò affiancati da una nuova pedagogia. Cominciare ad insegnare a “stare bene” creativamente e soggettivamente, e non solo ad evitare la sofferenza ed il malessere, sarà dunque uno dei punti principali a cui prestare attenzione nel pensare ad una progettazione futura. Ma è soprattutto il concetto di soggettività ed il suo insegnamento a rappresentare il punto di partenza per la scuola, in quanto “i soggetti accettano un benessere che sentono come proprio, frutto della propria sovranità e invece rifiutano un benessere che qualcun altro tenta di imporgli”, cosa che spesso accade nella nostra società verticistica a scarsa soggettività.

Continued…

Posted in News.


La Depressione

1)Si va verso un aumento di depressi. Come mai?

Dal mio osservatorio di psicoterapeuta, una ipotesi potrebbe essere che le persone attualmente hanno sempre più paura del futuro, la crisi attuale è molto legata alla sfiducia negli altri e nella società in genere. Perciò c’è molta diffidenza, confusione di valori (una delle speranze più diffuse per migliorare l’umore e la qualità della vita è quella di vincere a una lotteria, al superenalotto o cose del genere; ho saputo che anche gli impiegati delle Poste Italiane invitano ad acquistare un “gratta e vinci”). Un altro spauracchio per molte persone, soprattutto i giovani, è la paura di star soli, cioè di non esistere per gli altri, quindi c’è una corsa alle amicizie tramite facebook. Inoltre c’è una forte dipendenza affettiva che si correla spesso ad altre dipendenze compulsive. Quando tutto questo non funziona è facile allora “cadere” in uno stato depressivo.

Continued…

Posted in News.


Ammazzare il tempo prima che ci ammazzi

Antonio Lo Iacono – “Ammazzare il tempo prima che ci ammazzi” -

Antonio Lo Iacono On.Casciani Convegno Spiritualità Campidoglio

(Sbobinato e Pubblicato su Rivista Incontro 2006)

Io resterò seduto. E’ più comodo e anche perché è difficile parlare di morte in piedi, se ci pensiamo. Stare in piedi vuol dire essere attivo, in qualche modo anche essere aggressivo; c’è un’ipotesi antropologica che sostiene che l’uomo ha conquistato la sua posizione eretta proprio grazie alla sua aggressività. C’entra qualcosa l’aggressività col suicidio? Forse…. Credo che più che parlare di suicidio, che secondo me è un’astrazione, non esiste, come non esiste l’amore, la paura, la gioia, dovremmo parlare di persone che si suicidano, di persone innamorate, piene di gioia o di tristezza, di emozioni. Allora parliamo di persone, altrimenti astraiamo tutto e ci riempiamo la bocca solo di parole. Le parole talvolta ci allontanano: parlavamo prima del bombardamento dei mass media, della televisione etc., che in realtà ci mettono di fronte a una realtà che è solo virtuale. Mi viene in mente, per esempio, che invece di fare un Grande Fratello in cui si cazzeggia soltanto, forse, in futuro, magari per aumentare l’audience, se ne organizzerà uno speciale dove, uno dopo l’altro, tutti gli ospiti della casa – finalmente – si uccidono! Beh, sareb

Continued…

Posted in News.